Leggermente posticipato, in confronto alla tradizione, ma anche quest’anno andrà in onda il Festival della Canzone Italiana di Sanremo nella sua settantunesima edizione, condotto per il secondo anno consecutivo da Amadeus e Rosario Fiorello. Come ogni anno e ogni sua messa in onda che si rispetti però non possono mancare, intorno a questo evento, scandali, proteste e critiche. Proviamo dunque a fare un piccolo salto temporale per vedere cosa è successo nel corso delle varie edizioni, fino ad arrivare ad oggi.

Potremmo partire dagli anni ’60 quando Adriano Celentano si presenta, in una televisione ancora molto formale e canonica come quella di quegli anni e davanti ad un pubblico altrettanto tale, dando le spalle ed eseguendo tutto il brano senza mai rivolgere lo sguardo in platea. Per poi passare all’anno 1966 quando il Festival viene colto da una vera e propria tragedia. Dopo la prima serata che aveva visto l’esclusione del brano “Ciao amore, ciao” di Luigi Tenco, quest’ultimo aveva deciso di togliersi la vita in albergo e lasciare in un biglietto, accanto al corpo, con su scritto: “Faccio questo, come atto di protesta contro un pubblico che manda ‘Io, tu e le rose’  in finale e una commissione che seleziona la rivoluzione”.

Arriviamo poi agli anni ’80 quando Vasco Rossi durante l’edizione del 1986 abbandonò il palco, ancor prima della fine della propria canzone, per dimostrare al pubblico che i cantanti eseguivano i brani in playback. Siamo negli anni ’90 invece quando ci troviamo davanti al gesto di uno spettatore che minacciò di suicidarsi durante l’edizione del Festival condotta da Pippo Baudo, il quale in prima persona si arrampicò sugli spalti dell’Ariston per fermare quel gesto avventato davanti a quasi 17 milioni di telespettatori.

Ma le edizioni più recenti non si sono risparmiate alla tradizione di scandali e anche quella che sta per presentarsi sui nostri schermi già dalle sue prime battute non sembra essere da meno. D’altronde però, come si è soliti dire “Se non c’è almeno una polemica non è un vero Festival di Sanremo”. Le premesse, dunque, non sono state deluse, a partire dalla questione pubblico si o pubblico no per via dell’emergenza sanitaria che ci troviamo ad affrontare. Per molte settimane abbiamo visto i talk show dei nostri palinsesti discutere se fosse giusto o meno coinvolgere il pubblico in questo evento. La tensione si tagliava con un dito nei vertici della Rai, che avrebbero voluto a far da cornice all’edizione gli spettatori anche se in forma ridotta, ed il Governo. Fino ad arrivare ai primi di febbraio quando la direzione della televisione italiana e Amadeus si sono dovuti arrendere ed emanare il protocollo secondo il quale Sanremo si sarebbe fatto, ma senza pubblico e senza eventi o schermi esterni che potessero permettere alcun tipo di assembramento.

Ma la domanda che ci si viene a porre è: era davvero necessario fare una questione di una cosa in realtà molto semplice? È ormai un anno che tutti i teatri del nostro Paese, salvo pochissime eccezioni, sono chiusi a causa dell’emergenza sanitaria, che eventi come partite di calcio o concerti sono rimandati e annullati per evitare qualsiasi tipo di assembramento superfluo, causando non pochi problemi a milioni di lavoratori del settore, messi letteralmente in ginocchio da questa condizione. Quindi ci si chiede come possa soltanto porsi l’interrogativo su una questione talmente banale, quando la risposta avrebbe dovuto essere, per rispetto in primo luogo di tutta questa classe che è ferma con il proprio lavoro, un grande NO. Ma d’altronde come abbiamo detto il clamore e le questioni intorno a questo evento nazionale sono la tradizione.

D’altronde si sa…. “Perché Sanremo è Sanremo!”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...