Il campionato si ferma per le qualificazioni ai prossimi mondiali previsti per il 2022 in Qatar.

Questa settimana quindi niente Juve, Napoli, Roma, arbitri in malafede, dirigenti di Lega inadatti e cose simili. Da qui alla prossima settimana, solo amore, gioia e sentimento azzurro.

Se vabbè… mica ci avete creduto sul serio no?

Scherzi a parte, ieri ha giocato e vinto, ma non convinto la nazionale azzurra di Roberto Mancini. Berardi e Immobile i marcatori che hanno “steso” l’Irlanda del Nord anche se il portiere Peacock-Farrell non sono sicuro fosse effettivamente schierato con i britannici… forse era più un sabotatore azzurro ma soprassediamo.

Comunque, fatta la doverosa cronaca della partita passiamo alle cose importanti.

Perché si è vero che ha giocato la nazionale, è vero pure che l’altro ieri ha giocato l’under-21 (pareggio contro i pari età della Repubblica Ceca), ma quello a cui vorrei dedicare poche righe quest’oggi è il saluto al mondo del calcio di un signore che risponde al nome di Claudio Cesare Prandelli.

Non che sia off-topic perché comunque parliamo di Italia e lui è stato pure CT della nazionale azzurra, ma anche fosse stato off-topic pezzo mio regole mie, e si oggi mi gira cosi, sarà la mancanza del campionato… chi lo sa.

La lettera con cui Cesare lascia per la seconda volta Firenze è, passatemi il termine, struggente. Da quelle righe esce fuori un uomo profondamente abbattuto ma che con grande signorilità, dote che al tecnico di Orzinuovi non è mai mancata, ha deciso di mettere davanti a tutto la sua squadra, anche se ha “mascherato” la sua scelta come una questione di benessere personale.

In soldoni Prandelli dice che dopo essere tornato con grande entusiasmo in riva all’Arno ha visto giorno dopo giorno crescere un’ombra dentro di se, e non volendo trasmettere il suo disagio ai ragazzi che allena, allo staff e alla società viola, ha preferito farsi da parte per trovare la giusta stabilità e il giusto equilibrio, ben consapevole che questa scelta probabilmente coinciderà con l’addio definitivo al calcio professionistico.

Stimo Prandelli, forse si potrà intuirlo dalle mie parole, un uomo che la vita ha messo più volte davanti a muri insormontabili, non è questo il luogo deputato per trattare argomenti cosi importanti e personali e quindi non lo farò, stavolta sono serio. Ma lui questi muri è sempre riuscito ad abbatterli. Un uomo che dalla provincia bresciana è arrivato fino alla panchina più importante per un allenatore, quella della nazionale. E quella nazionale li, a Euro 2012 ci ha fatto sognare mandando a casa Germania e Inghilterra prima di soccombere alla Spagna dei fenomeni, allenata da Vicente Del Bosque, in finale.

Ma Cesare non ha mai mollato, dopo la deludente spedizione in Brasile per il mondiale del 2014 ha rassegnato le sue dimissioni da commissario tecnico, si è rimesso gambe in spalla ed è approdato a Istanbul sulla sponda giallorossa del Bosforo quella del Galatasaray. Anche in Turchia le cose vanno male, quindi rifà il fagotto e finisce prima in Liga al Valencia di Peter Lim con cui ha enormi divergenze tecniche, poi a Dubai all’Al-Nasr per tornare infine nella sua Italia, dove viene richiamato dal Genoa in grossa crisi dopo l’esonero di Juric, che riesce a salvare all’ultima giornata.

Poi decide come nella migliore delle storie strappalacrime di chiudere la sua carriera nel club che più di tutti lo ha amato, la Fiorentina passata dai Della Valle all’italoamericano Rocco Commisso.

Questo fino alla decisione irremovibile e sofferta del 23 marzo 2021.

Non faccio cronaca, e ormai avete capito che non mi piace neppure fare informazione canonica sciorinando numeri e dettagli riempitivi ma poco accattivanti, ma stavolta perdonatemi questo strappo alla (mia) regola.

“Ave Cesare tifosi te salutant”    

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...