Problemi su problemi. Le giornate di Giuseppe Conte passano così, tra una chiamata e l’altra. Tra chi è preoccupato della propria permanenza all’interno del Movimento e chi invece cerca di carpire preziose informazioni sul nuovo decalogo. L’ex premier è alle strette da questo punto di vista, considerato che tutto sembrava pronto per l’annuncio ufficiale della sua discesa in campo, e in molti non fanno altro che domandargli quando il M5s due punto zero sarà ufficiale.

Conte era pronto a presentarsi ufficialmente come nuovo leader del partito, ma l’uscita di scena di Zingaretti ha costretto l’ex premier a fare un passo indietro, anche due in realtà, per ascoltare e dibattere con Enrico Letta, che a differenza dell’ex segretario non lascia grande spazio di manovra all’interno dell’alleanza giallorossa se non con precise condizioni. Ma serve ben altro per scoraggiare Conte, che infatti dopo un attento faccia a faccia con il nuovo leader Dem sembrava aver rivisto le proprie carte ed esser finalmente pronto per il grande annuncio.

Solo che poi se non ci si mettono i fattori esterni a intralciare il cammino ci pensano quelli interni. Più precisamente è Beppe Grillo a far rifermare la macchina contiana, che si vede costretta a risolvere la scelta del garante del Movimento di blindare la regola dei due mandati. Niente da fare quindi per tutti quelli che credevano in una facile permanenza all’interno del Parlamento. Il blocco di fedeli al vecchio M5s non va deluso. Per questo Grillo ripropone quel tratto di identità che tanto era caro agli elettori, che rendeva il suo un partito diverso, un anticasta non legato solo alle poltrone.

Solo che la voglia di rimanere simpatici allo zoccolo dure del partito rischia di mandare in tilt i piani di Conte, che adesso si ritrova con quasi cento parlamenti, tra Camera e Senato, che avrebbero concluso la propria carriera politica anzitempo. O meglio in soli due mandati. Per questo il telefono non farebbe altro che squillare e la richiesta che viene fatta all’ex premier è una sola: serve trovare una soluzione. L’avvocato del popolo è abituato a risolvere ben altri problemi però, era pure sempre Presidente del Consiglio, e non a caso sembra che sul tavolo ci siano già varie soluzioni che potrebbero calmare gli animi più accesi.

Per evitare l’implosione interna, che sembrava esser stata scongiurata con la cacciata degli oppositori alla maggioranza larga pro-Draghi, il fatto che non ci si possa ricandidare per un posto in Parlamento non implica che non si possa ambire alla carica di sindaco o eventualmente presidente di Regione. Conte avrà bisogno di uomini fidati al proprio fianco, quelli che poi si trovano insediati in politica in questo momento, così si opterebbe per la creazione di un gruppo di supporto, dirigenza scelta, che potrebbe essere selezionata proprio da quei soggetti a rischio saluti. Infine, come ben spiegato da Ilario Lombardo su La Stampa, ci sarebbe un’ultima via che rappresenta la mossa finale per salvaguardare i nomi più noti.

Il M5s potrebbe infatti riprendere in mano una pratica che era stata proposta durante gli Stati Generali e che lo stesso Grillo aveva ipotizzato in tempi non sospetti. Richiamare in campo, grazie alle loro competenze acquisite e per il loro lavoro svolto fino a questo momento, i migliori pentastellati del panorama politico. Per far questo però si dovrà passare, salvo sorprese, dalla piattaforma Rousseau che al momento sembra essere in rotta di collisione con i vertici del Movimento. Non sono dunque poche le preoccupazione per il futuro leader grillino che può però ancora contare sul tempo. Nessuno gli corre dietro alla fine. Per ora.

Un pensiero riguardo “I Conte non tornano

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...