✒️ – «Ancora qui. Ancora tu. Ora però, io so chi sei. Chi sempre sarai». È passato un anno, ma è come se niente fosse cambiato. Ancora una volta il famoso detto della Pasqua con chi vuoi resterà inutilizzato. L’Italia è ancora alle prese con il Covid-19 che non sembra voler dare tregua, neanche ora che la ripartenza sembra essere in altri paesi argomento all’ordine del giorno. Ma sia chiaro, non siamo qui per tediarvi a poche ore da un abbondante pranzo o durante una colazione rinforzata. Non è questo il nostro intento.

La volontà di queste poche righe sarà quella di fare un augurio a tutti coloro che si sentono emarginati, schiacciati o tagliati fuori da un virus che si è dimostrato molto democratico. Ha colpito chiunque si trovasse sulla propria strada, senza fare distinzioni. Ma adesso è arrivato il momento di una netta cesura con il passato. È vero, non sembra cambiato niente da un anno a questa parte. Il virus ci imprigiona, la mascherina è parte di tutti, i contagi salgono, i morti sono inimmaginabili. Però adesso è arrivato il momento in cui, anche in maniera simbolica, festeggiare il vero significato della Pasqua.

Questa altro non sarebbe che un momento di pura rinascita. E quale rinascita potrebbe essere migliore di quella che vedrebbe un ritorno alla vita. Non parliamo di fare ciò che si vuole, andare in giro senza mascherina e dimenticare totalmente questa pandemia. Questo potrà avvenire, ma non in così breve tempo. Quello in cui si deve sperare è l’allontanare la paura. Le notizie H24 sul virus e sulla conta dei morti che ogni giorno accompagnano le giornate di tutti. Un orologio a pendolo che oscilla e detta le regole.

In alcuni paesi però questa rinascita sta avvenendo. La Pasqua c’è già stata. I vaccini stanno facendo il loro lavoro e la vita torna a fiorire inarrestabile. Ecco dove deve andare il pensiero di ognuno. Dalle istituzioni, che dovranno gestire sia l’arrivo di ingenti fondi che il controllo di un piano vaccinale che fino a questo momento ha avuto non pochi problemi, fino a noi cittadini, che non siamo esentati dal dover fare la nostra parte anche in una giornata di festa. La fine, in senso buono ovviamente, potrebbe essere vicina, ma molto dipenderà dai nostri piccoli gesti. Nell’ultimo anno ogni passo in avanti non sembrava portare da nessuna parte, ora però qualcosa si muove e la possibilità di lasciare tutto alle spalle esiste.

Ed è con questa speranza che vogliamo farvi i migliori auguri. Che sia per tutti una buona Pasqua.

L’ESPRESSIONE

Un pensiero riguardo “Rinascita

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...