Desta, l’Italia. Milleottocentocinque giorni dopo i saltelli di Zaza, il maldestro cucchiaio di Graziano Pellè. Desta l’Italia, effige di un paese che desto, ancora, non è. Desto, Mancini, che bagna l’esordio in una grande competizione – non ce ne voglia la Nations League – con una prova matura, fresca, croccante. Croccante come una Nazionale che, forse, non ha mai giocato così bene negli ultimi quindici anni. Una gioia per gli occhi, così come il riveder il pubblico sugli spalti di uno stadio italiano. Quasi, parafrasando Dante, a riveder le stelle. 

È la Nazionale della qualità. Magari non dei nomi, non degli innumerevoli trofei, non dei super top player. Ma è quella di tutti, di un paese che, un lustro dopo, torna a vivere la gioia di riscoprirsi unito. Finalmente non solo contro la pandemia, ma – ovviamente e puramente a livello sportivo – contro la Turchia di Calhanoglu e Burak Yilmaz. Il campo, in realtà, dice tanto e niente, perché la selezione di Şenol Güneş all’Olimpico si dimostra fragile, inerme, inconsistente. Troppo, per poter razionalmente pensare che l’Italia, fra un mese, possa alzare una Coppa che manca da 43 anni.

La resistenza, quasi di trincea, dura poco più che cinquanta minuti. Tanto l’Italia giocherella col tappo della partita, fino a decidere di aprirla definitivamente poco dopo il rientro dagli spogliatoi: Berardi crossa, Demiral sceglie di diventare il primo giocatore a segnare il primo goal di un Europeo nella propria porta. Ebbrezza, gioia, po-po-po-po dei 16mila dell’Olimpico. Come dice Caressa, in tv:

È una bella serata

Bella, come l’Italia, tecnica, precisa, orgogliosa. Tanti aggettivi, tutti positivi. Immobile e Insigne decidono di allungare il punteggio, di far deflagrare ulteriormente la felicità di una Nazione, da troppi mesi oberata da lutto e lacrime. È una gioia, è festa, è 3-0. Tre gol, tre punti. Tante emozioni. Desta, l’Italia. Cinque anni dopo, finalmente, uscita a riveder le stelle.

Su twitter: @teocchiuto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...