✒️ – Impresa s. f. [der. di imprendere]. – 1.a. In genere, ciò che si imprende a fare o che si ha in animo di fare: Perchépensandoconsumai la ’mpresa Che fu nel cominciar cotanto tosta (Dante). Indica per lo più azioni, individuali o collettive, di una certa importanza e difficoltà.

«I centimetri che ci servono, sono dappertutto, sono intorno a noi, ce ne sono in ogni break della partita, ad ogni minuto, ad ogni secondo». Questione di centimetri quella che ha reso il discorso di Al Pacino in “Ogni maledetta domenica” uno dei più famosi della storia del cinema. Eppure quello a cui tutti abbiamo assistito ieri è stato davvero questo. Questione di centimetri. O di secondi.

Sono venti i minuti che trascorrono tra la fine di una finale e l’inizio dell’altra, ma la gioia per quanto accaduto prosegue per ore ed è ancora viva in tutti noi in questo momento. L’Italia sale sul tetto del mondo dell’atletica e ci arriva grazie a Tamberi e Jacobs. Questione di centimetri per il primo e questione di secondi per il secondo. Un sogno dal quale non vogliamo più svegliarci.

Un’impresa a tutti gli effetti. Qualcosa a cui nessuno pensava di poter assistere. Se è vero infatti che Gimbo era quotato per una medaglia, nessuno pensava che sarebbe stata proprio quella color oro. E che dire di Marcell, che aveva fatto brillare gli occhi a tutti quando in batteria aveva eguagliato il record italiano. Solo che quei cento metri, dove non siamo abituati a gareggiare in questo modo, sono diventati terra di conquista, visto che nella semifinale e poi nella finale ha bruciato il cronometro.

Un’impresa che va oltre ogni limite. Che fa esplodere le lacrime per due atleti che non hanno fatto di tutto solo per essere a Tokyo, ma hanno fatto di tutto per continuare a gareggiare a questi livelli. Non si sono arresi davanti a due infortuni pesanti. Hanno affrontato le difficoltà e sono cresciuti proprio grazie a loro. Sono arrivati alle Olimpiadi più strane degli ultimi anni e non si sono fatti distrarre dalle voci esterne. Hanno dato il massimo e alla fine hanno avuto la meglio. Forse non ci saranno i cortei per strada come per l’Europeo, ma questo 1 agosto 2021 resterà per sempre iscritto nella storia.

Così come resterà per sempre l’immagine del loro abbraccio, nel quale forse c’eravamo anche noi. Come in quello tra Vialli e Mancini, anche tra le braccia di Jacobs e Tamberi c’era un pizzico di Italia. Cittadini che ne hanno passate tante e che ancora una volta possono esultare insieme, festeggiare per essere ancora sul gradino più alto del podio. Dalle difficoltà si può uscire sempre migliori. Grazie Gianmarco e grazie Marcell per avercelo ricordato.

L’ESPRESSIONE

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...