Nessun bis

Mattarella continua ad allontanare l'ipotesi di un secondo mandato al Quirinale, ma a oggi i candidati sono veramente pochi e tutti necessari in altre posizioni. Da Draghi a Cartabia, fino al 2023 l'equilibrio istituzionale non deve essere modificato.